IL VALORE DELLA REPUTAZIONE E LA SUA COSTRUZIONE

Nel terzo millennio, in un’epoca fortemente caratterizzata da continue evoluzioni, la crescita di manager, sportivi e imprenditori dipende anche dalla reputazione, ovvero da quell’insieme di valori che esprimono il “chi è” e non più soltanto il “cosa vende” o il “cosa comunica”.

Poiché è al contempo forma ed essenza, la reputazione si pone oggi quale elemento di vantaggio competitivo, proprio nella misura in cui essa è in grado di distinguere il know how dell’individuo nel mare magnum della comunicazione ipertrofica, sia on line che off line, cui il mercato si trova soggetto.
All’interno di un qualsiasi piano di marketing e di comunicazione la reputazione trova (o dovrebbe trovare…) una propria dignità che sempre più va ad intrecciarsi alle pianificazioni tipicamente commerciali per esaltare i processi di business e lasciare ai propri interlocutori la sensazione di un’esperienza unica e memorabile.

Cosa incide, in particolare, nella crescita di una corretta reputazione individuale? Il giusto mix di formazione, processi di comunicazione e risultati allineati a prestazioni costanti, nel solco del proprio programma reputazionale che, va ricordato, è sempre in divenire. L’individuo, in questa direzione, sa che il governo della propria reputazione dipende da sé, è una sua responsabilità, poiché gestisce direttamente questo fondamentale pezzo della propria comunicazione e ne definisce le caratteristiche identitarie.
Nell’operazione di reputation building, naturalmente, manager, sportivi e imprenditori non possono fare tutto da soli, anzi. La reputazione ha tanto più peso quanto maggiore è il valore del proprio capitale relazionale, cioè l’insieme degli elementi di fiducia, fedeltà e lealtà che generano un legame emotivo tra loro ed i propri stakeholder che rinnovano costantemente il patto fiduciario.

E per te? Quanto conta la tua reputazione? Ti stai occupando di reputation building? Sai che esiste un forte legame tra livello reputazionale e performance finanziarie? Italy RepTrak® sostiene, in un recente studio, che soggetti con una reputazione forte incrementano i loro investimenti oltre il 100% e, quando ci si trova a confrontarsi con un periodo meno performante, recuperano il loro valore in poco tempo. È la resilienza reputazionale che permette di resistere agli urti grazie alla fiducia e alla soddisfazione sviluppate nel tempo verso chi ha fatto esperienza del tuo prodotto o del tuo servizio in maniera positiva.

Ti confesso un segreto. Ogni tanto, quando voglio prepararmi bene per un’attività che so essere importante per lo sviluppo della mia reputazione, do un’occhiata a questo video (a tratti divertente e a tratti meno) e mi rendo conto che ogni giorno sta a me, a te, a noi persone dotate di un minimo di buon senso, fare in modo che le notizie sul nostro conto siano quelle che vogliamo.
Respira energia positiva dalle persone che ti danno ciò di cui hai bisogno e quando ti va di imparare piacevoli e pratiche strategie per raggiungere il tuo prossimo obiettivo, contattami così.